Be-In-APP-Condominio

Be-In-APP-Condominio (be-in.it): ognuno di noi ha uno smartphone. Ogni telefono ha migliaia di APP che consentono di fare qualunque cosa.

In città tutti vivono in un condominio. Bene, esistono anche delle APP per la gestione di tutte le attività tipiche della vita di condominio.

Be-In-APP-Condominio è un app per dispositivi Android e iOS.

Voi direte, si ma ce ne sono tante in realtà sul mercato. La caratteristica principale di Be-In-APP-Condominio è che rende ufficiali le comunicazioni fra amministratore e condomino. Vogliamo dire che ogni notifica e messaggio ha lo stesso valore di una raccomandata.

Inoltre l’autenticazione via SPID rende moderna e sicura l’autenticazione per tutti gli utilizzatori. Amministratore compreso.

Le principali funzionalità dell’app sono:

  • organizzare riunioni di condominio in video call in modo simile a Zoom o Teams
  • allegare file e conservarli
  • inviare comunicazioni e convocazioni con la stessa validità di una raccomandata cartacea (simile alla pec)

Infatti la start-up nasce dall’esperienza nel settore delle comunicazioni postali e dell’amministrazione condominiale.

Abbiamo intervistato Sergio Stefanoni, CIO (Chief Innovation Officer) di Bein.

  • Cos’è che vi differenzia sul mercato dalle altre app o software per gestire il condominio? Le comunicazioni con valore legale o c’è dell’altro? “Si, la differenza maggiore è che l’accesso con SPID (e tra pochissimo anche con Carta di Identità Elettronica (CIE), fornisce valore legale alle comunicazioni inviate attraverso la nostra piattaforma. Stesso valore che viene dato all’assemblea condominiale da remoto che fa parte dei servizi offerti.
  • Con quali tecnologie avete sviluppato le app Android/iOS? Sono native o avete utilizzato qualche moderno framework (es.Flutter o React Native)? “Abbiamo utilizzato React Native
  • Quanti siete in azienda e quanti sono gli sviluppatori? Siete in cerca di consulenti in IT per ampliare l’organico? “Siamo in cinque di cui due sviluppatori. L’azienda sta crescendo piuttosto rapidamente e quindi presto ci sarà la necessità di allargare le risorse presenti.
  • Com’è nata l’idea aziendale e quali sono i progetti futuri? “L’idea nasce dalla necessità di far evolvere e rendere più semplici le comunicazioni tra chi amministra e chi vive in condominio. Vorremmo cercare di eliminare, o quantomeno ridurre, gli invii cartacei (ad esempio la raccomandata per la convocazione dell’assemblea condominiale), sostituendoli con degli invii digitali rapidi, semplici e sostenibili ma con il medesimo valore legale della carta.
  • Qual è il vostro modello di business? Su cosa guadagnate? Direttamente dagli amministratori di condominio o per caso dai singoli condomini utilizzatori? “Il modello di business è del tipo “pay per use”. Ogni condominio (nel senso di immobile) è in pratica il nostro cliente. Quando l’amministratore invia comunicazioni, le stesse vengono fatturate al condominio stesso, siano esse interamente digitali oppure ancora ibride (cioè partono file ma arrivano cartacee). 
  • Per quanto riguarda i progetti futuri, come immaginerai, ce ne sono parecchi. “Primo fra tutti stiamo lavorando per “embeddare” nell’app un sistema di pagamento e stiamo cominciando a pensare ad una diffusione anche all’estero.
  • Puoi spiegare infine il significato del logo e dirci al momento quanti condomini utilizzano il vostro servizio? “Per il logo in realtà non ci sono particolari significati. E’ semplicemente un disegno che la nostra grafica ha fatto e che ci piaceva. IL nome BEIN invece è “essere dentro” e cioè parte della comunità condominiale. Ad oggi con i nostri servizi raggiungiamo circa 100.000 utenti che vivono in condominio.

L’azienda e l’APP al momento sono nella fase di sperimentazione. La possibilità di inviare notifiche digitali al posto delle raccomandate cartacee è ammesso da un Decreto del Dipartimento per la Trasformazione Digitale. Questo autorizza Bein ad una sperimentazione dei suoi sistemi per 6 mesi + 6 mesi. Se trascorso questo periodo il test sarà positivo, allora le comunicazioni digitali in ambito condominiale entreranno a far parte delle modalità previste per legge.

Innovaformazione, scuola informatica specialistica promuove la digitalizzazione della comunità.

Circa l’offerta formativa per sviluppatori ed aziende IT, trovate anche il corso React Native.

Per altri articoli del settore mobile APP consigliamo di leggere la sezione del Blog QUI.

Vuoi essere ricontattato? Lasciaci il tuo numero telefonico e la tua email, ti richiameremo nelle 24h:

    Ti potrebbe interessare

    Articoli correlati